Polaniec

 

 

POLANIEC

Polaniec è situata vicino al fiume Vistola a 120 Km. a Nord - est di Cracovia e a 45 Km. da Sandomierz.

Il primo insediamento di Klonia Polaniec risale al VI e VIII secolo d.C.

Intorno al 1000 circa, nacque la prima Chiesa parrocchiale Cattolico Romana di Polaniec.

Nel 1550 circa, durante la dominazione di Kazimierz Wielki, Polaniec, che originariamente si trovava nei pressi del fiume Vistola, si trasferi li dove è situata attualmente.

Nel maggio 1794, Polaniec divenne un punto strategico politico e sociale per il paese grazie al Comandante Capo Tadeusz Kosciuszo e alle sue truppe, che si insediarono nell’area. Il 5 maggio Kosciuszo raggiunse Polaniec e il 7 maggio, nella caserma, sopravvissuta fino al 1915, firmo’ il famoso “Uniwersał Połaniecki”, la Proclamazione di Polaniec.

I siti archeologici di Leg, Zawada, Zrebin e Winna Góra e i resti d’insediamenti medievali a Winnica ed a Tursk Maly testimoniano la lunga storia della città.

Interessante è la chiesa di S. Martino con la Cappella di S. Maria costruita tra il XVII ed il XVIII secolo.

A Ruszcza si trova un palazzo storico circondato da un parco del tardo XVIII secolo.

Nel 1917 fu costruito il Kosciuszo Tumulo, un momumento nel luogo dove sorgeva il campo per commemorare la Proclamazione di Polaniec.

Da segnalare anche una riserva naturale di 2.45 ha. che si estende a Zamczysko Turskie.

I dintorni di Polaniec sono un eccellente area di pesca lungo i fiumi Wschodnia, Czarna e Vistola.

Oggi Polaniec è un comune industriale ed agricolo con un’orticoltura prosperante ed una industria della frutta crescente. L’attività principale della città è Elektrownia im. (Tadeusza Kosciuszki S.A.) una delle più grandi centrali elettriche della Polonia (1800 Mw ).

La città ha una popolazione di 12.500 abitanti a maggioranza giovani con un istruzione superiore, che costituisce un enorme potenziale di sviluppo futuro.

Si tratta di una delle città del sud est della Polonia che più radidamente si sta sviluppando.