TELEASSISTENZA,  TELESOCCORSO,  TELECONTROLLO

 

A chi si rivolge

Anziani che vivono soli, coppie di anziani, malati cronici, diversamente abili, gestanti o dimessi ospedalieri che anche solo per periodi limitati abbiano necessità di contare su un intervento sicuro e immediato in caso di emergenza.

In breve a chiunque per stato anagrafico, condizione sociale o di salute abbia bisogno di sicurezza e protezione.

 

Cosa si prefigge

Affrontare eventuali emergenze e prevenire fatti rischiosi per aiutare chiunque si trovi in condizione di maggiore rischio a mantenere il più possibile la propria autonomia, rimanendo nella propria casa, nel proprio ambiente, senza rinunciare a sicurezza e protezione.

 

Di cosa si tratta

Telesoccorso

In casa di chi ne fa richiesta al Comune viene portato un apparecchio chiamato terminale, dotato di un piccolo telecomando con un unico pulsante. Il telecomando, del peso di circa 20 grammi, deve essere portato sempre con sé ed ha un raggio d’azione tale da coprire l’abitazione e, in alcuni casi, anche un certo spazio circostante. In caso di necessità basta una leggera pressione sul pulsante per inviare un allarme alla Centrale Operativa della Cooperativa Sociale Rete Telematica, funzionante 24 ore su 24, e dialogare con l’operatore della Centrale mediante un contatto in “viva voce”, quindi, senza la necessità di alzare la cornetta del telefono.

Al momento dell’installazione del terminale, con l’aiuto dell’interessato, vengono presi una serie di dati tra cui i nomi di tutte le persone che possono essere chiamate in caso di necessità e che hanno dato la loro disponibilità: conviventi, parenti, amici, vicini di casa, conoscenti, medico di fiducia, servizi sociali, ecc. Queste informazioni sono fondamentali nella gestione di un allarme effettivo e comunque importantissime per avere un quadro chiaro della situazione dell’utente, anche ai fini di un attenta prevenzione delle emergenze.

L’invio dell’allarme può avere varie motivazioni: può infatti essere un allarme reale, ma può anche essere una prova apparecchiatura, oppure una semplice richiesta di compagnia e conversazione, o una richiesta di informazioni.

 

Telecontrollo

Gli operatori della Cooperativa Sociale Rete Telematica effettuano chiamate frequenti e periodiche al domicilio dell’utente. Si tratta di conversazioni amichevoli, durante le quali si hanno ben presenti le caratteristiche e le abitudini dell’utente.

Lo scopo è di accertarsi che l’utente stia bene, se ci sono dubbi o preoccupazioni sul suo stato fisico e psichico si coinvolgono le persone a lui più vicine.

Durante il telecontrollo si chiede all’utente di effettuare prove di allarme per verificare il funzionamento dell’apparecchio e il corretto utilizzo dello stesso, ed è anche l’occasione per spronarlo a mantenere o a crearsi contatti sociali, a partecipare ad eventuali attività ricreative, naturalmente nel rispetto delle sue condizioni fisiche e di salute.

 

Per informazioni:

  • Comune di Viggiano - Ufficio Socio-assistenziale 
    Via Roma, 52 - Viggiano
    Tel. 0975.61142 -  Fax 0975.61137
    e-mail: comuneviggiano@rete.basilicata.it

  • Cooperativa Sociale Rete Telematica

    Via Volontari del Sangue, 1 Potenza
    Tel. 0971.45455 – Fax 0971.469805
    e-mail: retetelematica@libero.it